condividi su

Il trio «Trois Bon» ha scoperto l’amore per il caramello salato e lo diffonde in comodi vasetti.

Un vero e proprio colpo di fulmine! Inizialmente il trio svizzero «Trois Bon» non si era certo armato di tutto punto, ma semplicemente equipaggiato con qualche utensile da cucina a Sciaffusa, cittadina di confine. E invece, come se si trattasse davvero di un’avventura dei «Tre moschettieri» a La Rochelle, tutto ha preso il via sulla costa atlantica francese, precisamente nel 2011 al mercato settimanale di Cap Ferret. Qui Florian Fröhlich, giovane designer, assaggia per la prima volta nella sua vita un’autentica specialità bretone, il caramello al burro salato. E rimane estasiato da questa esplosione di gusto! Una cosa gli è subito chiara: non si tratta semplicemente del corrispettivo salato del burro di casa. Un‘incomparabile scioglievolezza che delizia il palato e, per di più, si lascia gustare in svariati modi: spalmato sul pane o sulle crêpes, per arricchire yogurt, caffè e formaggi delicati, o perché no, anche semplicemente da solo.

E allora perché non provare a produrlo anche a casa propria, magari migliorandolo persino e rendendolo ancora più delicato? I primi esperimenti in cucina con lo zucchero caramellato producono soltanto grumi bruciacchiati. Il messaggio è più che chiaro: basta un secondo di troppo e il sensibilissimo caramello si trasforma in carbone. Il resto è oramai storia e frutto della leggendaria precisione svizzera, ma soprattutto di una prova di vera amicizia. A Sciaffusa, infatti, Florian Fröhlich riesce a convincere anche il suo collega falegname Felix Schaad e il manager PR Marcel Theiler che il caramello al burro salato è una pura squisitezza da diffondere il più possibile. Se fossero riusciti a prepararlo investendo tanta pazienza e abilità culinaria, non sarebbe stato perfetto anche per deliziare i gourmet conterranei? Per farla breve: non solo la caramellizzazione è riuscita alla perfezione, ma i primi 350 vasetti prodotti assieme sono andati letteralmente a ruba alla fiera Martinimarkt di Sciaffusa. Così l’anno seguente i «Trois Bon» hanno direttamente raddoppiato la quantità, risvegliando l’interesse sia di negozi di specialità gastronomiche, sia di cuochi stellati. Infine, quattro anni fa l’assortimento si è arricchito con un nuovo prodotto, le noci pecan caramellate, l’accompagnamento perfetto per vini, cocktail o persino il gin. 

E oggi? Nel frattempo questo trio si è fatto conoscere e se pensi sia solo una bella favola, dai un’occhiata al sito web troisbon​.ch, dove potrai acquistare i loro prodotti. Bon appétit!