condividi su

Con Sebastião Salgado sulle tracce dei popoli indigeni nella foresta amazzonica.

Grande maestro della fotografia sociale e documentaristica e, al contempo, attivista ambientale, Sebastião Salgado ha un occhio di riguardo per l’impareggiabile bellezza della nostra Terra. Il fotografo brasiliano ha viaggiato per sei anni attraverso l’Amazzonia del suo paese realizzando un’opera fotografica di grande potenza e poesia, che è anche un monito contro l’incessante distruzione del polmone del mondo. La foresta, con i suoi fiumi, le sue montagne e i popoli che la abitano — e che da sempre vivono in armonia con la straordinaria natura che li circonda — sono ritratti con impressionante nitidezza. Salgado ha visitato una decina di tribù indigene e ne ha documentato la vita quotidiana – dalle tecniche di caccia agli intensi legami familiari. Dalle sue immagini in bianco e nero, emergono sia la magnificenza di questo ecosistema sia la sua fragilità.

Sebastião Salgado, Lélia Wanick Salgado
Amazônia
TASCHEN

Event
ESN 01

Una data da segnare in agenda

35 × 2 biglietti in palio!
Event
Logo Salto 1280x720px

Magia avvolgente

In palio 60 × 2 biglietti per la prima di gala di X‑Mas Utopia, incluso programma di…
Win
Logo Salto 1280x720px

Magia avvolgente

In palio 60 × 2 biglietti per la prima di gala di X‑Mas Utopia, incluso programma di…

28.novembre.2021 Albert Schweitzer DE

Der grosse Menschenfreund

Albert Schweitzers Arbeit und Wirken beeindrucken und inspirieren bis heute.

Er war Theologe, Arzt, Philosoph, Musiker, Autor sowie Menschen- und Tierfreund. Ein Mensch, der mit seinen Gedanken und seiner Art des Brückenbauens inspirierte und zum Nachdenken anregte. Ein Mann, der für sein Wirken mit dem Friedensnobelpreis ausgezeichnet wurde. Albert Schweitzer, der 1875 in Elsass-Lothringen geboren wurde, gründete 1913 in Gabun das Urwaldhospital Lambaréné, das heute als Albert-Schweitzer-Spital international ein Begriff ist. Mit seiner Lehre der Ehrfurcht vor dem Leben brachte er seine Weltanschauung, dass sich Menschen beim Nachdenken über sich selbst und ihre Grenzen untereinander und über jede angebliche Unterschiedlichkeit hinweg als Brüder und Schwestern erkennen, auf den Punkt. Das Buch zeichnet sein Leben und Wirken nach und zeigt, dass seine Überlegungen auch heute noch einen Weg in unser tägliches Denken finden können und sollten. 

Fritz von Gunten
366 Tage aus dem Leben von Albert Schweitzer
Blaukreuz Verlag

Leggi di più

21.febbraio.2022 Wood Luxury 05

Maestro di linearità e bellezza

Per il suo marchio Wood & Luxury Stefan Senn progetta e realizza oggetti in legno di prima classe.

«Chi cerca, trova» recita il detto. Ma se chi cerca, non trova, allora inventa. È così che nascono le storie di molte nuove realtà, soprattutto nel campo dell’artigianato. Nel caso di Stefan Senn si tratta di una sintesi ben riuscita fra tradizione familiare e spirito d’inventiva. Infatti, è nato in una famiglia di falegnami, i cui membri sono persone ostinate e con le proprie idee, visto che nessuno nelle quattro generazioni precedenti aveva seguito le orme paterne, ma aveva preferito prendere la propria strada. Una sorta di un principio cardine, che si riflette anche nelle opere di Stefan Senn: individualità, approfondita ricerca della qualità e raffinata inventiva. Una libreria minimalista, che entra proprio a pennello nella nicchia della parete in salotto, oppure un armadietto per il Whisky dal design intramontabile e che, quindi, si può abbinare sia all’arredamento in stile vintage anni 50 che al tavolino da salotto del ben noto mobilificio. Oggetti d’artigianato che non vengono mai a noia nemmeno dopo averli guardati per la millesima volta. Una magia che da ormai trent’anni Stefan Senn declina nel legno dandogli forma. 

Leggi di più

25.maggio.2022 E Sports

Uno sport per mani e occhi

Gli e‑sport diventano sempre più popolari anche in Svizzera.

Puoi definirti ufficialmente un gamer di e‑sport se anche tu hai giocato almeno una volta in vita tua ad un gioco sul tuo smartphone, nel quale non hai sfidato un computer ma altri giocatori. Attenzione, si tratta però di una definizione non proprio esatta tant’è che anche gli esperti del settore vorrebbero avere un’interpretazione più specifica di questo concetto. Ma quello su cui non piove è il fatto che gli e‑sport stanno diventando sempre più popolari, sia tra i giocatori che tra gli spettatori.

L’e-sport più diffuso tra gli svizzeri è il gioco FIFA, lo smartphone è ormai il dispositivo mobile numero uno e il 41% degli intervistati considera gli e‑sport come degli sport veri e propri. È questo il risultato di uno studio sugli e‑sport in Svizzera, condotto da Marcel Hüttermann per la ZHAW. Abbiamo discusso con lui alcuni dei risultati – anche rispetto al primo studio condotto nel 2019

Leggi di più