condividi su

Panorama mozzafiato, interni autentici e un’immensa cultura enologica.

Oliver e Julia Friedrich hanno occhi solo per il vino e i loro ospiti non faticano a crederci. Da quasi due anni, il sommelier e sua moglie gestiscono l’affascinante vineria «Alter Torkel» a Jenins, immersa tra i vigneti delle valli del Catone dei Grigioni. Dopo aver rilevato il locale, Oliver Friedrich ha potuto mettere in pratica la grande esperienza maturata in ristoranti di alto livello, come lo Schloss Schauenstein e il Park-Hotel Vitznau, ampliando l’offerta enologica a ben 1200 vini. Anche il menù che è selezionato in base al vino non è da meno. Alla categoria «fresco elegante nobile» in cui spicca un eccellente Pinot nero, si sposano perfettamente ravioli ai funghi, stinco di maiale o spätzle al formaggio con cipolle fritte e pancetta. Ed è con questo spirito che ci uniamo a un bel brindisi: Prost e buon appetito!

alter​-torkel​.ch

Concorso
Lotus Grill LP

Grigliare senza fumo

Vinci un barbecue LotusGrill XL!
Offerta
Factum 01

Polo di qualità svizzera

Sconto di CHF 30 da AD.M!
Offerta
Kirchenwirt 01

Giornate di relax nella valle di Alpbach in Tirolo

L’Hotel Kirchwirt 4 stelle superiore ti attende per una vacanza all’insegna delle escursioni e…

06.marzo.2022 Tolkien IT

Delizie tolkeniane

Piatti fantastici portano il mondo leggendario di Tolkien nella cucina di casa.

Ti sei mai chiesto cosa mangiassero gli hobbit, gli elfi o i nani? Allora questo ricettario davvero speciale è proprio ciò che fa per te. La sfida che le autrici Cinzia Gregorutti e Luisa Vassallo hanno voluto cogliere, è quella di realizzare un libro che partisse dalle ricette e dai riferimenti culinari citati nell’opera di J.R.R. Tolkien. Grazie alla suddivisione in ordine alfabetico e all’indice per genere di menù, si può facilmente individuare ogni pietanza, dalla colazione alla cena. Vuoi cucinare in stile fantasy” e stupire i tuoi ospiti con qualche piatto letterario, ma dai sapori autentici? Qui troverai ricette originali, curiose e gustose da provare o regalare. Scoprirai così l’idromele dell’occidente, la pizza alla Merry e Pipino, i funghi con pancetta della signorina Maggot, le Brioche dei nani, la crostata di more del Puledro Impennato…e tutte le altre prelibatezze più amate dai nostri amici hobbit. Un must per chi è convinto che l’amore per le cose semplici, la quotidianità e il realismo anche nelle piccole cose come la descrizione di un pasto, sia la formula vincente di Tolkien, che ha appassionato milioni di lettori. 

Cinzia Gregorutti e Luisa Vassallo
A tavola con gli hobbit
Ancora Edizioni

Leggi di più

27.giugno.2021 Schlüssel 03

Ristorante Schlüssel a Mels

Entusiasmanti esperienze gourmet con un tocco francese.

Per quarantacinque anni nel ristorante Schlüssel di Mels ha regnato lo chef Seppi Kalberer. Una carriera che gli ha fruttato ben 17 punti Gault Millau e una stella nella Guida Michelin. Nel 2019 ha passato il testimone a suo figlio, Roger Kalberer, e questo cambio generazionale è riuscito alla grande. Dopo aver appreso l’arte del mestiere da Klaus Schatzmann nel Principato del Liechtenstein, questo giovante talento dei fornelli ha sbirciato nelle cucine dei grandi maestri Philippe Rochat e Andreas Caminada, prima di tornare nel ristorante di casa Schlüssel. Roger Kalberer è capace di arricchire la classica cucina francese con un tocco innovativo di freschezza e leggerezza, il tutto in sintonia con la tradizione locale. Così anche le raffinate salse e zuppe, il marchio di qualità di questo ristorante gourmet, si impreziosiscono di nuove sfaccettature. 

A causa della situazione contingente, consultare gli orari di apertura aggiornati! 

schluesselmels​.ch

Leggi di più

12.luglio.2021 Del Principe 03

Tutti in casa ai fornelli

Lo slow food innovativo di Claudio del Principe.

Con il minimalismo dei puristi della gastronomia Claudio del Principe, cuoco amatoriale, storyteller e soprattutto buongustaio, non ha proprio nulla in comune. Questo cuoco loquace, dai capelli neri con un tocco sale e pepe, insegue da anni una missione: rendere lo slow food innovativo e luculliano, senza rinunciare al senso dell’umorismo. Nei video che mette a disposizione su YouTube si presenta senza fronzoli e rivela in tutta sincerità di essere felicemente sposato da 27 anni e di avere da 4 anni un’amante. Eppure, non pecca di esibizionismo: la sua «amata», Bianca, non è altro che un impasto di lievito madre con cui adora preparare il pane croccante a casa, nella sua incantevole cucina, circondato da numerosi taglieri in legno e pentole in ghisa. Basta sentirlo parlare e viene subito voglia di rimboccarsi le maniche. Claudio del Principe è una persona generosa che ama condividere con gli altri le sue conoscenze. Per questo, già molto prima che iniziasse la pandemia, ha creato il blog anonymekoeche​.net, che non considera uno strumento di emergenza in questi tempi difficili per la gastronomia, ma un sincero invito a cucinare tra le proprie quattro mura. «A casa» è anche il nome del suo libro di ricette, scelto nel 2019 come «Swiss Gourmetbook dell’anno», che contiene ben 250 piatti ispirati alla cucina italiana. Come mai si definisce anche uno storyteller? Perché sa che una ricetta per preparare del buon pane o un piatto di tortellini fatti in casa con il nero di seppia serve una storia raccontata con sapienza. Una storia che si può narrare a tavola, in famiglia, e che aiuta ad assaporare meglio il piatto. Claudio del Principe racconta aneddoti appetitosi, dà consigli gastronomici – per esempio dove trovare il miglior formaggio francese o come reperire lo squisito burro della Normandia – e, persino, di viaggio per il post-pandemia. Il vero successo del suo slow food è quel qualcosa in più. Chiaramente non è la quantità degli ingredienti che conta, ma la gioia di usare alimenti pregiati e condirli con la propria bravura. Questo è il messaggio che Claudio vuole trasmettere al suo pubblico, con il suo stile sincero e il suo senso dell’umorismo. E noi non possiamo che essergliene grati.

Leggi di più